Creative writing camps for kids in ontario

Passione, tradizione e innovazione. In questo triangolo è racchiusa la grande e affascinante avventura di Marchesi Antinori in Franciacorta, dove la famiglia ha ideato e prodotto Montenisa, dal nome del monte caro a Bacco, dio del vino.
Montenisa è un progetto voluto e animato in modo speciale da Albiera, Allegra e Alessia Antinori, le tre figlie di Piero Antinori, che mettono il loro marchio, le tre A, sulle bottiglie di Montenisa.

La straordinaria esperienza di Antinori in Franciacorta incomincia il 18 novembre 1999 con l’accordo fra Marchesi Antinori e l’azienda agraria della Contessa Camilla Maggi collocata in una straordinaria zona della Franciacorta, tra Erbusco e Calino, nel cuore del territorio nel quale si produce oggi il brut italiano più prestigioso.
La Tenuta è situata a sud del Lago d’Iseo, in uno dei lembi più fortunati della regione viticola dal punto di vista geo-climatico, la Tenuta Montenisa è composta da 60 ettari di vigneto e da un antico complesso utilizzato per le cantine. L’edificio più importante è il Palazzetto Maggi costruito nel XVI secolo e affrescato dal bresciano Lattanzio Gambara. Della Tenuta fa parte inoltre la chiesetta di Santo Stefano, sulla collina omonima che sovrasta il paese.

I vigneti storici della Tenuta si trovano sulla collina di Santo Stefano: le loro uve dal profumo intenso, danno al vino corposità ed equilibrio. I vigneti più recenti invece, sono stati piantati in un appezzamento circondato da un muro detto localmente brolo, per produrre uve per un grande vino. La scelta attenta della selezione varietale, l’applicazione delle norme più rigorose di salvaguardia ambientale e soprattutto la conduzione agronomica tesa ad avere rese molto basse, fanno dei vigneti della tenuta Montenisa uno dei fiori all’occhiello delle proprietà della famiglia Antinori.
La selezione vini presente all'Enoteca La Nicchia
Il presente sito utilizza i "cookie" per facilitare la navigazione. Continuando ne autorizzi l'uso. OK Ulteriori informazioni