San Valen.... VINO!! Il prossimo week end si festeggia l’amore!

macchia di vino a forma di cuore 

La festa degli innamorati è considerata per molti un momento di puro panico, un obbligo a dover acquistare monili, fiori, o altro di vario genere cercando di soddisfare le esigenze del partner, possibilmente sorprendendolo.

Ma perché non scegliere un buon vino, complice di intimità, mezzo attraverso il quale, finalmente, si è necessariamente obbligati a partecipare ad un momento conviviale?

 

 

Prendiamo spunto dall’esperienza e da qualche notizia ricavata da internet per fare un po’ di chiarezza sui gusti delle donne (qualora il regalo fosse a loro dedicato) e viceversa i gusti degli uomini in fatto di vino.

Le donne: “Sicuramente i bianchi vanno per la maggiore. Meno impegnativi in genere, presentano sempre dei profumi che mettono d’accordo il gentil sesso. Specie quelli più mediterranei, del sud della penisola, magari anche con un po’ di alcol in più, ma allo stesso tempo morbidi e avvolgenti.” Suggeriamo anche i vini aromatici di Trentino e Friuli Venezia Giulia. “ E tra i rossi? Se sono vini di corpo non devono essere troppo tannici, ma caldi e rotondi. Nessun problema per i rossi giovani, leggeri e d’annata che conquistano senza dover faticar troppo. Tra i vini da dessert penso esista un fattore di odio o amore, senza vie di mezzo. Detto questo in linea di massima sono più numerose le donne che amano il vino dolce. Capitolo a parte lo meritano le bollicine. Qui penso non ci siano dubbi. Bianche o Rosé sono sempre più bevute e apprezzate dal mondo femminile. Sarà per la loro versatilità negli abbinamenti, per la loro finezza, eleganza o delicatezza, sarà che bere una bollicina (buona) sia essa Champagne o Franciacorta, significa sempre bere di classe. E alle donne la classe non manca di certo!”

Gli uomini: generalmente preferiscono i vini rossi, di carattere e ben strutturati, possibilmente da abbinare alle carni o piatti tosti. I vini bianchi meglio se complessi e anch’essi di struttura. Le note persistenti si fanno raccontare e agli uomini appassionati di vino piace dimostrare le proprie competenze in materia quindi un vino che si fa raccontare è molto coinvolgente. Per i più esperti è possibile scegliere un pinot nero (vero anche per le donne), vino che si riesce ad interpretare nella maniera corretta preferibilmente dopo aver effettuato un percorso enoico con molte degustazioni (non nella stessa giornata!!). Le bollicine devono essere fini ed eleganti, al naso e soprattutto al palato dovrebbero essere avvolgenti e particolari: Franciacorta, Champagne, Vini Spumantizzati con spiccata acidità e complessità.

Il vino buono è quello che piace! A vostra disposizione abbiamo oltre 1.850 vini selezionati con cura  e passione per stupirVi ed appassionavi.

Il presente sito utilizza i "cookie" per facilitare la navigazione. Continuando ne autorizzi l'uso. OK Ulteriori informazioni